Provvedimenti

Maggiori informazioni di dettaglio nell'icona a destra e relativi link

Cerca:
Direzione
Divisione
Autorità
Tipo atto
Soggetti coinvolti
Oggetto
Riferimento normativo
Direzione Divisione Autorità Tipo atto Soggetti coinvolti Oggetto Data atto Riferimento normativo
DGMCTCNT Direttore Generale Protocollo di intesa MISE- DGMCTCNT e Ministero dell'Istruzione Sviluppare anche nella scuola un’educazione all’uso del digitale nell’ottica di un consumo consapevole e sostenibile 2020-12-14 D . lgs. 6 settembre 2005, n. 206 recante il Codice del Consumo; D.M. 10 agosto 2020; Atto d'indirizzo MiSE 2020.
DGIAI Ministro Autorizzazione alla sottoscrizione accordo Mise - Invitalia spa - Reithera Srl autorizzazione alla sottoscrizione dell'Accordo di Sviluppo finalizzato a sostenere il programma di sviluppo industriale proposto dalla societò Reithera srl 2021-01-25 DM 9/12/2014 - DM 9/6/2015- DM 2/8/2017
DGTPI-UIBM Div04 Direttore Generale Accordo di collaborazione INTA- International Trademarks Association L'obiettivo di questo Memorandum of Understanding (MOU) è quello di stabilire un quadro ampio e flessibile in base al quale le parti possano sviluppare, promuovere e far conoscere in modo proattivo le attività di cooperazione nel campo dei marchi, e altre aree correlate, in Italia così come a livello europeo e internazionale per il periodo 2019-2021. 2018-07-12
DGISSEG Direttore Generale Accordo il Politecnico di Torino e Mise/DGISSEG Studio della dismissione e della conversione ecosostenibile delle piattaforme petrolifere giunte a fine vita, anche attraverso l’utilizzo del mock-up sperimentale disponibile presso il laboratorio afferente al centro di competenza SEASTAR, previe eventuali modifiche necessarie a renderlo pienamente adatto allo scopo; studio dei processi di riutilizzo della CO2 con H2 green per la produzione di combustibili sintetici e relative sperimentazioni; progettazione e realizzazione di un dispositivo prototipale in scala per il recupero di elementi rari dall'acqua di mare (salamoia risultante dalla dissalazione dell'acqua) ed avente come sottoprodotto la produzione di energia da gradienti salini.
B. Subsidence and Safety Analysis (SSA): aggiornamento e miglioramento dell’applicativo per la simulazione numerica 3D del comportamento tenso-deformativo delle formazioni sotterranee già precedentemente realizzato al fine di introdurre la possibilità di verificare l’impatto dell’iniezione/erogazione dei fluidi (inclusi CO2 o H2).
C. Messa a punto di un laboratorio per lo studio delle proprietà tenso-deformative delle rocce sotterranee e delle caratteristiche di interazione rocce-fluidi, nonché delle reciproche influenze.
D. Messa a punto di nuovi payload in grado di campionare l’acqua di mare e di eseguire analisi di parametri fisici (es. salinità, temperatura, densità, transmittanza), di parametri chimici (ad es. pH, O2 disciolto), di contaminanti (es. BTEX, idrocarburi alifatici, fenoli e idrocarburi aromatici) da montare su AUV per il monitoraggio off-shore effettuato in continuo.
E. Messa a punto di strumenti di simulazione per lo studio di circuiti microfluidici e di dispositivi sperimentali prototipo funzionali ad analisi laboratoriali miniaturizzate dedicate ad investigare interazioni di tipo fisico o chimico, di particolare interesse per la transizione energetica e per il settore ambientale.
2020-08-06 DM 22 giugno 2012 e dell’art. 6, comma 17, del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152
DGISSEG Direttore Generale Accordo operativo Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Dipartimento di Fisica e Astronomia (DIFA), “UNIBO-DIFA” e Mise/DGISSEG UNIBO-DIFA dovrà studiare mediante modellazione numerica:
- la stabilità dei versanti costieri e offshore interessati da possibili frane, con particolare riferimento all’effetto del carico sismico;
- la dinamica di frane di scenario;
- la generazione, propagazione e inondazione sulla costa degli tsunami generati dalle frane di cui sopra e da faglie sismogeneniche offshore.
L’attività svolta prevede anche l’interazione con:
- CNR-ISMAR, che fornirà a UNIBO-DIFA dati su posizione, geometrie e volumi di frane individuate nell’offshore calabro-ionico;
- INGV, che fornirà a UNIBO-DIFA sia modelli di faglia finita per alcune strutture sismogeniche offshore sia mappe di scuotimento per lo studio della stabilità dei versanti e delle frane sottomarine;
- ReLUIS, a cui UNIBO-DIFA fornirà i risultati della modellazione numerica dell’inondazione in termini di altezza massima e di velocità massima dell’onda, sia per gli scenari relativi a tsunami generati da frana che quelli relativi a tsunami generati da terremoti.
2020-10-26 DM 22 giugno 2012 e dell’art. 6, comma 17, del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152
DGISSEG Direttore Generale Accordo operativo il Dipartimento di Scienze della Terra, Universita` Sapienza di Roma Geosapienza; l’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria - Consiglio Nazionale delle Ricerche IGAG CNR e Mise/DGISSEG Attività estrattive in aree marine hanno effetti sull’ambiente e sul sottosuolo; possono influenzare la circolazione dei fluidi nelle rocce; possono essere fonte di inquinamento e, variando le pressioni di poro, possono essere un fattore determinante per l’innesco di sismicita` indotta. Si rende necessario analizzare e definire le interazioni tra ambiente e produzione di idrocarburi, monitorando tali attività al fine di comprendere meglio gli eventuali effetti e le implicazioni ambientali e sociali.
Un monitoraggio geochimico dei fluidi e gas nel sottosuolo e/o in prossimità del fondo marino, integrato con un monitoraggio sismico e con una dettagliata ricostruzione geologico-strutturale, permette di definire i processi fisici e chimici che avvengono durante e a causa dell’attivita` estrattiva e l’effetto sui fluidi circolanti.
2020-10-28 DM 22 giugno 2012 e dell’art. 6, comma 17, del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152
DGISSEG Direttore Generale Accordo operativo Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e Mise/DGISSEG UNIBO-DIFA dovrà studiare mediante modellazione numerica:
- la stabilità dei versanti costieri e offshore interessati da possibili frane, con particolare riferimento all’effetto del carico sismico;
- la dinamica di frane di scenario;
- la generazione, propagazione e inondazione sulla costa degli tsunami generati dalle frane di cui sopra e da faglie sismogeneniche offshore.
2020-10-26 DM 22 giugno 2012 e dell’art. 6, comma 17, del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152
DGISSEG Direttore Generale Accordo operativo Fondazione Centro Europeo di Formazione e Ricerca in Ingegneria Sismica EUCENTRE e Mise/DGISSEG Seguiti del progetto Sismicità Potenzialmente innescabile Offshore e Tsunami – SPOT
Il progetto SPOT si è concluso nel mese di dicembre 2018 e con il presente Accordo, la DGS esprime l’intento di proseguirne le attività di ricerca, volte al conseguimento e raggiungimento degli obiettivi previsti relativamente allo studio della sismicità potenzialmente innescata.
2020-10-26 DM 22 giugno 2012 e
art. 6, comma 17, del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152
DGISSEG Direttore Generale Accordo operativo l’Istituto di Scienze Marine del Consiglio Nazionale delle Ricerche - CNR ISMAR e Mise/DGISSEG svolgimento di attività ricerca e di supporto istituzionale per lo studio di approcci innovativi in relazione alla tematica della sicurezza, anche ambientale, relativa alla ricerca ed alla coltivazione di idrocarburi in mare.
Seguiti del progetto Sismicità Potenzialmente innescabile Offshore e Tsunami – SPOT
2020-10-26 DM 22 giugno 2012 e dell’art. 6, comma 17, del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152
DGISSEG Direttore Generale Accordo operativo Consorzio interuniversitario RELUIS, Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica e
strutturale e Mise/DGISSEG
Tra la DGISSEG e RELUIS è previsto lo svolgimento di attività ricerca e di supporto istituzionale per lo
studio di approcci innovativi in relazione alla tematica della sicurezza, anche ambientale, relativa alla ricerca ed alla coltivazione di idrocarburi in mare.
Proseguire la ricerca sulla sismicità potenzialmente innescata, approfondendo, su scala locale, le tematiche fin qui trattate dal progetto SPOT, ovvero prevendendo di effettuare uno studio site specific per l’offshore calabroionico.
2020-10-26 DM 22 giugno 2012 e
dell’art. 6, comma 17, del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152,